top of page
  • Immagine del redattoreEmilio Mordini

UNA PICCOLA STORIA ESTIVA

Aggiornamento: 27 ago


๐—™๐—ผ๐—ฟ๐˜€๐—ฒ ๐˜‚๐—ปโ€™๐—ถ๐—บ๐—ฝ๐—ฟ๐˜‚๐—ฑ๐—ฒ๐—ป๐˜‡๐—ฎ, ๐˜๐—ฟ๐—ผ๐—ฝ๐—ฝ๐—ฎ ๐˜€๐—ถ๐—ฐ๐˜‚๐—ฟ๐—ฒ๐˜‡๐˜‡๐—ฎ, ma a chi sarebbe mai venuto in mente? Si muore per un bambino che sta annegando ma per mettere in salvo un cane, via! No, nessuno pensa che possa accadere.


๐—ก๐—ผ๐—ป ๐˜€๐—ถ ๐—บ๐˜‚๐—ผ๐—ฟ๐—ฒ ๐—ฝ๐—ฒ๐—ฟ ๐˜‚๐—ป ๐—ฐ๐—ฎ๐—ป๐—ฒ. Eppure, Rosa Corallo, 60 anni, di Pescate e Veronica Malini, 54 anni, di Cernusco Lombardone, sono annegate ieri, poco dopo mezzogiorno, nel torrente Fellaria a 2.500 metri di quota, in alta Valmalenco, per tentare di salvare Brunilde, la cagnolina meticcia che era con loro. I sommozzatori hanno ritrovato i loro corpi stamattina, piรน a valle.


๐—จ๐—ป๐—ฎ ๐—ฑ๐—ถ๐˜€๐—ด๐—ฟ๐—ฎ๐˜‡๐—ถ๐—ฎ, ๐˜‚๐—ป๐—ฎ ๐—ฝ๐—ถ๐—ฐ๐—ฐ๐—ผ๐—น๐—ฎ ๐˜๐—ฟ๐—ฎ๐—ด๐—ฒ๐—ฑ๐—ถ๐—ฎ ๐—ฑ๐—ถ ๐—ณ๐—ถ๐—ป๐—ฒ ๐—ฒ๐˜€๐˜๐—ฎ๐˜๐—ฒ. Un nulla rispetto ai fatti davvero importanti che riempiono le pagine dei giornali: alla morte del capo di una milizia mercenaria in Russia, al libro di un generale razzista, a un uomo di affari che ha ripudiato la fidanzata infedele.


๐—ฃ๐—ถ๐—ฎ๐—ป๐—ด๐—ฒ๐—ฟ๐—ฎฬ€ ๐—ฐ๐—ต๐—ถ ๐—ฐ๐—ผ๐—ป๐—ผ๐˜€๐—ฐ๐—ฒ๐˜ƒ๐—ฎ ๐—ฅ๐—ผ๐˜€๐—ฎ ๐—ฒ ๐—ฉ๐—ฒ๐—ฟ๐—ผ๐—ป๐—ถ๐—ฐ๐—ฎ, come tutti noi piangiamo i nostri morti, in silenzio, senza fare troppe storie. Nessuno piangerร  Brunilde, come รจ giusto che sia: era solo un cane, cosa importa che due donne siano morte nel tentativo di salvarla?


๐—œ๐—ป ๐—ฎ๐—ด๐—ผ๐˜€๐˜๐—ผ ๐—ถ๐—น ๐˜€๐—ผ๐—น๐—ฒ ๐—ผ๐—น๐˜๐—ฟ๐—ฒ๐—ฝ๐—ฎ๐˜€๐˜€๐—ฎ ๐—น๐—ฒ ๐—ฐ๐—ผ๐˜€๐˜๐—ฒ๐—น๐—น๐—ฎ๐˜‡๐—ถ๐—ผ๐—ป๐—ถ ๐—ฑ๐—ฒ๐—น ๐—–๐—ฎ๐—ป๐—ฒ ๐— ๐—ฎ๐—ด๐—ด๐—ถ๐—ผ๐—ฟ๐—ฒ ๐—ฒ ๐— ๐—ถ๐—ป๐—ผ๐—ฟ๐—ฒ. Gli antichi ritenevano che questi giorni di canicola fossero quelli in cui nei cani e nellโ€™uomo potesse esplodere la follia. Il termine latino โ€œcaniculaโ€ significa โ€œcagnettaโ€ e fa riferimento al mito di Erigone e della sua cagnolina Maira.


๐—˜๐—ฟ๐—ถ๐—ด๐—ผ๐—ป๐—ฒ ๐—ฒ๐—ฟ๐—ฎ ๐—ณ๐—ถ๐—ด๐—น๐—ถ๐—ฎ ๐—ฑ๐—ถ ๐—œ๐—ฐ๐—ฎ๐—ฟ๐—ถ๐—ผ, un contadino che abitava vicino ad Atene. Icario un giorno ospitรฒ il dio Dioniso che, per ricompensa, gli donรฒ la pianta della vite e un otre di vino, ordinandogli di farlo assaggiare a tutti. Alcuni pastori che ne bevvero divennero ebbri e, non conoscendo la bevanda, credettero di essere stati avvelenati e aggredirono Icario per vendicarsi. Maira corse ululando dalla sua padroncina per avvertirla e, affannata , trascinandola per le vesti, la condusse sino a dovโ€™era il padre, che purtroppo era ormai morto. A tale vista, Erigone disperata si uccise e Maira si lasciรฒ morire accanto a lei.


๐—ญ๐—ฒ๐˜‚๐˜€ ๐—ฝ๐—ผ๐˜€๐—ฒ ๐—ฎ ๐—ฟ๐—ถ๐—ฐ๐—ผ๐—ฟ๐—ฑ๐—ผ ๐—ฝ๐—ฒ๐—ฟ๐—ฒ๐—ป๐—ป๐—ฒ ๐—ฑ๐—ถ ๐— ๐—ฎ๐—ถ๐—ฟ๐—ฎ una stele tra le stelle. Da allora ogni anno, al sorgere della Stella del Cane, spirano sulla Grecia freschi venti di maestrale che recano sollievo dalla calura estiva.


๐— ๐—ถ ๐—ฝ๐—ถ๐—ฎ๐—ฐ๐—ฒ ๐—ฝ๐—ฒ๐—ป๐˜€๐—ฎ๐—ฟ๐—ฒ ๐—ฐ๐—ต๐—ฒ ๐˜๐˜‚๐˜๐˜๐—ถ ๐—ด๐—น๐—ถ ๐—ฎ๐—บ๐—ผ๐—ฟ๐—ถ, quando sono puri, restino per sempre nella memoria di Dio e non giunga mai lโ€™oblio a cancellarli. Per quello che posso, cosรฌ, io prego: prego per Rosa e Veronica. E per Brunilde





199 visualizzazioni0 commenti
bottom of page